Aree pubbliche 30 Settembre 2018

Carrozzella a cavallo, Morini ne spiega la presenza

Una nostra lettrice di Firenze, la signora Lucilla, ha notato la notizia sulla carrozzella con cavallo in centro e ha scritto all’assessore Morini questa email:

“Vorrei che l’Amministrazione Comunale smentisse tale notizia in quanto, se vera come sembra, rappresenterebbe un grave passo indietro per gli animali e la civiltà in generale. Essendo fiorentina so benissimo cosa devono subire ogni giorno i cavalli dei fiaccherai col caldo torrido, lo smog e il traffico oltre al peso dei turisti da portare a spasso. In attesa di un vostro riscontro in merito porgo distinti saluti.
Lucilla (omissis), Firenze.

E questa è la risposta di Andrea Morini, gentilmente inoltrata dall’assessore per la Tutela degli animali al nostro indirizzo:

Cara Lucilla,

  da parte dell’amministrazione comunale non c’è stato nessun ritorno al passato riguardo alla tutela animali.
Nel regolamento all’art.5 comma 21 c’è il divieto di trasporto a trazione animale ma tale previsione collide con il codice della strada e per la gerarchia delle fonti del diritto il regolamento cede al passo alla normativa nazionale.
Purtroppo aggiungo io.
Sono in contatto con Lav e Animalisti Italiani per comprendere come ovviare a questo empasse.
In queste settimane a Roma entrerà in vigore un regolamento più restrittivo per le botticelle ma anche su questo grava un ricorso al Tar che lascerebbe poche chance.
L’unica soluzione è una legge nazionale che vieti la trazione animale – su questo sentiremo i nostri referenti nazionali.
Al momento l’unica possibilità è rendere più complicato l’esercizio di queste attività mettendo dei paletti, ma non impedendo.
Ma anche questo è un pallido palliativo alla normatIva nazionale.
Sperando di essere stato chiaro la saluto cordialmente.

Andrea Morini

 

 

CONDIVIDI SUBITO!