Cronaca 10 Febbraio 2018

Mancati emendamenti alluvione, Le reazioni politiche

Dopo la denuncia di Enrico Rossi, ecco alcune delle reazioni politiche:

Giulio La Rosa, M5S (Nota stampa inviata in redazione):

“Perché Andrea Romano si scaglia contro immaginifici siti web invece di entrare nel merito della questione?” inizia così il post di Giulio La Rosa, candidato M5S nel collegio livornese, in replica all’attacco di Andrea Romano contro testate, a suo dire, pregiudizievoli nei confronti del Pd

“Il Governo non ha inserito nella legge di stabilità il finanziamento agli alluvionati cosa che causerà un ritardo di circa un anno dei rimborsi. Aver procrastinato (non eliminato, attenzione) i termini per il pagamento di tributi è solo una piccola pillola che non risolve i problemi di chi ha subito questa tragedia” precisa La Rosa.

“Se Romano ha notizie diverse le dia e le polemiche si placheranno – conclude La Rosa – altrimenti, chieda almeno scusa ai livornesi”

Andrea Romano & Silvia Velo, PD (dalla pagina Facebook di Romano):

“No a polemiche né a campagna elettorale sulla sciagura dell’alluvione Livorno: l’iter per gli indennizzi è regolare, come previsto dalla legge, e le risorse sono in arrivo per marzo”

“Auspichiamo che nessuna forza politica né alcun esponente delle istituzioni locali voglia fare polemiche elettorali sfruttando i tragici eventi dell’alluvione di settembre, mettendo in ansia senza alcuna ragione famiglie e imprese che devono sapere anche in quest’occasione che tutto sta procedendo con la massima rapidità e secondo le procedure. Oltre ai provvedimenti votati dal Parlamento relativamente alla sospensione dei versamenti e degli adempimenti tributari per le persone aventi residenza o sede operativa nelle zone colpite dall’alluvione, la procedura per gli indennizzi sta procedendo rapidamente. Ovvero attraverso il Fondo Emergenza Nazionale della Protezione Civile, dal quale si attinge per il risarcimento danni una volta effettuata la ricognizione del fabbisogno. Sulla base della ricognizione locale, il Commissario delegato nominato dal Governo (Enrico Rossi) con nota del 27 novembre ha formulato le sue richieste. Il dipartimento della protezione civile ha inviato al Commissario delegato e per conoscenza alla regione Toscana, in data 11 gennaio 2018, una nota di richiesta di approfondimenti in merito. Occorre ora attendere le determinazioni del MEF – all’incirca nel mese di marzo – circa l’importo delle risorse da poter dirottare sul finanziamento degli indennizzi. Tutto dunque secondo norme e procedure definite dalla Legge sulla protezione civile, tra l’altro voluta dal Pd, e attentamente vigilate dai deputati e amministratori locali del Pd”.


Andrea Romano e Silvia Velo

CONDIVIDI SUBITO!