Cronaca 25 Ottobre 2021

Cumolo delle pene, 4 anni e 5 mesi all’uomo che rubava le offerte in chiesa

La Polizia di Stato ha arrestato  e condotto in carcere un cittadino italiano per  espiazione di cumulo di pene; deve scontare anni 4, mesi 5, giorni 10 e € 1.624,00 di multa, in quanto  riconosciuto colpevole di numerosi reati contro il patrimonio.

Cumolo delle pene, 4 anni e 5 mesi all'uomo che rubava le offerte in chiesaLivorno 25 ottobre 2021

In data 22 ottobre 2021 il personale della Squadra Mobile di Livorno ha eseguito il provvedimento di unificazione di pene concorrenti emesso dalla Procura della Repubblica presso la Corte d’Appello di Firenze, a carico di un 43enne di origini sarde che deve espiare la pena della reclusione di anni 4, mesi 5, giorni 10 e € 1.624,00 di multa, perché riconosciuto colpevole di numerosi reati contro il patrimonio (furti e ricettazioni) commessi tra il 2005 ed il 2013.

L’uomo era già stato tratto in arresto, alcuni giorni fa, poiché colto nella flagranza del reato di tentato furto all’interno di una chiesa nel centro labronico – fatto per cui era sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di firma – nonché deferito per furti consumati nei giorni precedenti nella medesima chiesa.

Il cumulo delle pene fa riferimento ad altri episodi, commessi nell’arco temporale 2005-2013, riconducibili a furti e tentati furti, tra cui all’interno di una chiesa in via Santa Maria a Pisa (anno 2013), con lo stesso modus operandi, ossia utilizzando un metro con all’estremità del bioadesivo per asportare i soldi dalle cassette delle offerte. Nel 2012 era stato colto nella flagranza di reato di furto all’interno di un centro commerciale, dopo aver sottratto una piastra per capelli; in quell’occasione, era stato fermato dalla sicurezza dopo l’uscita dalle casse senza aver pagato l’oggetto e tratto in arresto.

Nel 2010 la Polfer di Livorno lo aveva sorpreso con documenti di terze persone, compendio di furto, e quindi lo aveva indagato per il reato di ricettazione.

Nel 2005 era stato sorpreso a bordo di una autovettura rubata a Viareggio e quindi indagato per ricettazione.

L’uomo, al termine degli atti di rito, è stato accompagnato alla Casa Circondariale di Livorno per l’espiazione della pena.

 

CONDIVIDI SUBITO!
Ekom, offerte 23 novembre - 6 dicembre
Inassociazione