Ambiente 19 Agosto 2020

Comitato Oltre l’Inceneritore: “Primo passo verso un referendum propositivo”

A breve inizierà la raccolta firme

Logo comitato stop inceneritoreLIVORNO 19 AGOSTO 2020 – “Come Comitato Oltre l’Inceneritore, comunichiamo con soddisfazione che:

“il Collegio di Garanzia del Comune di Livorno ha deliberato all’unanimità l’ammissione della richiesta da noi presentata il 10 aprile 2019; di svolgere un referendum propositivo sulla creazione di nuove attività di trattamento meccanico e biologico dei rifiuti. Le nuove attività garantirebbero almeno 80 nuovi posti di lavoro; chiudendo contestualmente l’attuale impianto di incenerimento dei rifiuti del Picchianti sorto nel 1973.

Questa ammissione ha avviato il procedimento che:

affida agli stessi cittadini una scelta fondamentale per attivare una terapia virtuosa di trattamento dei rifiuti a minore impatto ambientale.

Ora, ai sensi dell’art. 67. c.2 dello Statuto, il Sindaco è tenuto a notificare al nostro Comitato l’avvenuta decisione di ammissibilità da parte del Collegio di Garanzia e dopo tale notifica decorreranno i 90 giorni per la raccolta delle 4.000 firme previste per indire il referendum propositivo.

Alla luce dell’enorme ed inconcepibile ritardo di alcune strutture interne al Comune (ma non del Collegio di Garanzia) nell’applicare il regolamento comunale (ricordiamo che i referendum sono uno dei maggiori strumenti di democrazia a disposizione dei cittadini), ci auguriamo di ricevere quanto prima tale notifica da parte del Sindaco, così da poter attivare la raccolta delle firme e arrivare al primo referendum propositivo della storia di Livorno”.

CONDIVIDI SUBITO!
Ekom offerte 6-12 aprile
SVS 5x1000
Inassociazione

Lascia il tuo commento

Articoli correlati