Kraken, il fumetto di Pagani e Cannucciari

Scarica il promo di Kraken

KRAKEN, di Emilio Pagani (Don Zauker) e Bruno Cannucciari (Lupo Alberto)

Le due grandi firme del fumetto internazionale, hanno presentato domenica 3 dicembre  Villa Trossi il loro lavoro: “Kraken”

Kraken, un fumetto che ha la folgorante oscurità dell’epica

Kraken è mito e realtà. Profondo e maturo racconto visivo del concetto di mostro il quale, da sempre – dentro ogni tipologia di fabula – è solito attendere in mezzo all’occulto manifestandosi raramente e spettralmente per dirci la verità.

Un mostro nascosto, dunque, ma nel frattempo esistente e incombente; fondamentale mezzo perché si dichiari attraverso
esso la nostra sensibilità più recondita.

Kraken è tuttavia sopra ogni cosa, una storia di quei fantasmi antichi  (dell’immaginazione e non), che potenti si nutrono – in virtù della tradizione, del folclore – e che aleggiano, atterrendo mente e fantasia negli uomini di ogni età, fino a toccare

il presente ove si fanno, per nostro volere, spauracchi e ricordi necessari per scacciare nel tempo i dolori intangibili della nostra anima.

Un fumetto che vanta il fascino significativo e tenebroso delle leggende scritte, e accolte, in quella magistrale narrativa gotica d’oltremanica, nonché d’oltreoceano.

Paiono insinuarsi e accennarsi i tre talenti letterari di Herman Melville, H.P. Lovecraft e Stephen Gregory: immagine dopo immagine, vignetta dopo vignetta.
attraverso colori umbratili e scenari marittimi dalle imponenti tinte abissali, lucenti e paurose, la storia scintilla della speciale aura sia del mondo dell’Orrifico sia del
territorio del Fantastico.

Gli elementi mitologici mischiati sapientemente dentro una perfetta ed eccezionale fluidità oscura dei colori fanno così di Kraken n oggetto esemplare nell’universo
del fumetto.

Emilio Pagani (Don Zauker) e Bruno Cannucciari (Lupo Alberto) (3)
Bruno Cannucciari (1)
IMG_0659
Emilio Pagani
Bruno Cannucciari (3)
IMG_0672
Emilio Pagani (Don Zauker) e Bruno Cannucciari (Lupo Alberto) (2)
IMG_0662
Emilio Pagani (Don Zauker) e Bruno Cannucciari (Lupo Alberto) (1)
Bruno Cannucciari (2)
IMG_0680

GLI AUTORI

Emiliano Pagani nasce a Livorno nel 1969. Per anni è stato uno degli autori di punta del “Vernacoliere” per il quale ha creato come disegnatore prima e in seguito come sceneggiatore diverse serie a fumetti e vignette satiriche. Insieme a Daniele Caluri crea e produce i volumi di “Don Zauker”, vincitore di numerosi premi nazionali (4 Micheluzzi, 1 premio Repubblica XL, Premio Satira Politica di Forte dei Marmi) tradotto anche in francese e spagnolo, di cui è autore dei soggetti e sceneggiatore.  Crea e scrive due volumi di Xnerd per DoubleShot e 001 Edizioni, insieme a Luca Montagliani. Sempre insieme a Daniele Caluri, collabora per anni con la rivista “Il Mucchio”, con la rubrica Domvs Bokassa. In seguito collabora con “Il Male” di Vauro e Vincino, fino alla chiusura del giornale.

Nel 2012, sempre in collaborazione con Daniele Caluri, crea la serie umoristica “Nirvana”, per Panini Comics (due stagioni per un totale di 14 numeri) che darà origine ad alcuni albi Spin Off Nirvana Leaks, iniziata con “Slobo e Golem” e che proseguirà a maggio 2018 con “L’Ispettore Buddha”, ispirato a Bud Spencer.

Nel 2015 inizia a collaborare con Sergio Bonelli Editore per alcuni albi di Dylan Dog. Nel 2017, per Tunué, pubblica la graphic novel “KRAKEN”, con i disegni di Bruno Cannucciari.

Bruno Cannucciari, romano, classe 1964, da ventisette anni scrive e disegna storie e tavole per Lupo Alberto; dal ’93 realizza le copertine del mensile e disegni per il merchandising. Si è occupato dei model-sheet dei personaggi della prima serie di cartoni animati di Lupo Alberto e la fattoria McKenzie. Prima, e durante, ha pubblicato fumetti su “Comic Art” (da solo o in coppia con Franco Fossati ai testi), “L’isola che non c’è” (Gli idronauti) e “Lupo Alberto” (Winny). Ha illustrato libri e opuscoli per Mondadori, Berlitz, De Agostini, Amministrazioni Comunali e manifestazioni fumettistiche. Ha collaborato come vignettista e illustratore al quotidiano “Italia Oggi” dal primo all’ultimo numero della sua prima versione (1987-1991). Ha insegnato disegno presso la VLR Cartoon nell’ambito di un corso di formazione professionale per animatori patrocinato dalla Comunità Europea. Suoi sono gli inchiostri della seconda e terza stagione di “Nirvana”, di Pagani e Caluri, e degli spin-off a seguire. Quando si alza dal tavolo di lavoro suona il basso e compone canzoni elettroniche; con il gruppo dei Monzòn ha vinto un Premio della Critica al Festival “Voci x la Libertà”, patrocinato da Amnesty International.

Apri il promo Pdf di Kraken

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *