Cecina 1 Dicembre 2021

La sinistra chiede le dimissioni di Gasperini dopo la frase ““Al giorno d’oggi se non sei omosex e vaccinato non sei nessuno. Vieni discriminato”

lorenzo gasperini

Lorenzo Gasperini

Livorno 1 dicembre 2021

Le reazioni politiche della sinistra al post di Lorenzo Gasperini (Lega) sove scrive:

“Al giorno d’oggi se non sei omosex e vaccinato non sei nessuno. Vieni discriminato”

Il comunicato stampa congiunto del Segretario nazionale di Rifondazione, Maurizio Acerbo, e del segretario della federazione livornese di Rifondazione, Marco Chiuppesi

“La risposta all’ultima delirante sortita di Lorenzo Gasperini, capogruppo leghista al consiglio provinciale di Livorno (vedi https://livornopress.it/gasperini-al-giorno-doggi-se-non-sei-omosex-e-vaccinato-non-sei-nessuno-vieni-discriminato),”

RIFONDAZIONE: DOVEROSE DIMISSIONI LEGHISTA GASPERINI

Il delirio novax, omofobico e fascista scritto su fb dall’esponente della Lega Gasperini mostra la reale natura del partito di Salvini.

Le sue sono parole indegne di un rappresentante delle istituzioni.

Per questo esponente leghista vaccinarsi – cioè fare il proprio dovere di cittadini – sarebbe un atto di vigliaccheria, una manifestazione di scarsa virilità.

Il giovane che si vaccina non passerebbe l’esame di machismo leghista.

I presidenti delle regioni del nord è ridicolo che chiedano misure anticovid più severe se è proprio il loro partito a fare propaganda contro la vaccinazione.

È gravissimo che un partito abbia scelto di farsi rappresentare da un personaggio del genere – noto per uscite simili – nelle istituzioni. I consiglieri provinciali vengono eletti da quelli comunali quindi Gasperini è espressione diretta di una scelta di partito.

Dà l’idea di cosa sia la Lega il fatto che questo personaggio è stato anche assunto in parlamento come consulente legislativo.

Capito chi elabora le leggi per la Lega?
Chiediamo le dimissioni immediate e il licenziamento di questo soggetto inqualificabile”.

L’Onorevole Nicola Fratoianni (Sinistra Italiana):

Per dirigente della Lega Livorno un giovane che si vaccina è un debole e dovrebbe essere  escluso dalla vita sessuale?

E per una palpata al sedere di una giornalista tutto questo scandalo?

Superato ogni limite della decenza, Salvini ha qualcosa da dire?

“Il dirigente della Lega a Livorno Luca Gasperini (per le agenzie di stampa pure consulente legislativo del partito di Salvini a Montecitorio) insiste con le sue corbellerie.

Corbellerie sempre più pericolose è inaccettabili.

In passato è riuscito a dire che la causa maggiore di femminicidio è l’aborto.

Ora i suoi deliri spaziano nel mondo Covid: per lui “un giovane che si vaccina è un debole, credulone, infermo intellettualmente, e dovrebbe essere escluso dalla vita sessuale…. oggi se non sei un omosessuale e vaccinato non sei nessuno”

E poi “ma veramente da 2 gg si parla ininterrottamente di una palpata al sedere?

E se l’avesse fatta una donna a un uomo sarebbe stata cosi scandalosa?”

Lo afferma il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni (Sinistra Italiana).

“Già un anno fa dopo l’attacco ignobile al diritto all’aborto e alle donne – prosegue il leader di SI – avrebbe dovuto ritirarsi in buon ordine.

Ora, dopo questi nuovi deliri ha davvero passato ogni limite.”

“La Lega e Salvini – conclude Fratoianni –  hanno qualcosa da dire?”

CONDIVIDI SUBITO!