Cronaca 11 Novembre 2019

La solidarietà del mondo politico per i militari feriti nell’attentato in Iraq

Livorno 11 novembre – A seguito dell’attentato di ieri in Iraq dove sono rimasti feriti 5 militari italiani, di cui due di stanza nella nostra città labronica, riportiamo in ordine di ricevimento i comunicati di solidarietà ricevuti dalla nostra redazione.

Il direttivo Provinciale Fratelli d’Italia Livorno

Fratelli d’Italia é vicina ai nostri Operatori ferit in IRAQ e alle loro famiglie, esprimendo loro ed ai vertci delle Forze Armate, il proprio cordoglio. Un vile atentato, contro operatori di pace, che con diuturno impegno, dedizione e patriotsmo, portano alto il tricolore ed I valori che esso incarna.

L’affeto di Fratelli d’Italia per le Forze Armate italiane, è un sentmento vero, scolpito in maniera indelebile noi nostri cuori, ed a tut i i Militari impegnat in teatri operatvi, va il nostro forte abbraccio.

Forza ragazzi, siete il nostro orgoglio, l’Italia migliore é con voi!!!

Gadi Menaboni Livorno Ebraica

Solidarietà alle nostre Forze Armate, nuovamente colpite nell’espletamento di una preziosa opera di contrasto al terrorismo in patria come su altri scenari internazionali.
Un pensiero particolare ai feriti,augurando loro una pronta ripresa.

Gruppo Consiliare LEGA Livorno

VICINANZA AI MILITARI FERITI E ALLE LORO FAMIGLIE

In queste ore di angoscia per il grave ferimento in Iraq dei militari del 9° reggimento Col Moschin e del Gruppo operativo incursori della Marina, esprimiamo vicinanza ai nostri militari e alle loro famiglie.

Questo turpe attentato, coinvolge dolorosamente anche la città di Livorno, poiché due dei militari feriti, appartengono al 9°reggimento d’assalto paracadutisti Col Moschin con base proprio alla caserma Vannucci della nostra città.

Non smetteremo mai di essere grati ai nostri militari che con grande coraggio e professionalità, ogni giorno sono in prima linea per difendere la pace e la libertà nei paesi devastati dal terrorismo.

Il sindaco di Livorno Luca Salvetti

Luca Salvetti telefona al Generale Ivan Caruso

VICINANZA DEL SINDACO AI MILITARI ITALIANI FERITI IN IRAQ

Il Sindaco Luca Salvetti e l’Amministrazione Comunale esprimono vicinanza ai militari italiani rimasti vittime di un attacco avvenuto ieri durante una missione in Iraq. Questa mattina il Sindaco Salvetti ha telefonato al Generale Ivan Caruso, comandante del Comando delle Forze Speciali dell’Esercito, il cui quartier generale si trova a Pisa all’interno della caserma “Gamerra”, sede anche del Centro addestramento paracadutismo. Il Sindaco si è informato sulle condizioni dei militari feriti comunicando al Generale la presenza morale dell’intera città di Livorno ed offrendo appoggio e sostegno da parte sua e della Giunta.

Due dei militari feriti, di cui uno in maniera grave, sono di stanza a Livorno.

MoVimento 5 Stelle Regione Toscana

“Solidarietà e vicinanza ai nostri militari rimasti feriti nell’esplosione in Iraq e alle loro famiglie.”

“Esprimo la mia solidarietà e quella del Gruppo consiliare del MoVimento 5 Stelle ai militari feriti in Iraq. Due dei feriti si sono formati a Pisa, alla caserma ‘Gamerra’ di via Gello e prestano servizio al IX Reggimento d’assalto Col Moschin a Livorno. A questi cinque ragazzi va la nostra vicinanza e il nostro affetto anche per la fase di recupero che affronteranno dopo questo grave incidente. A tutti gli altri militari, uomini e donne che con quotidiano impegno e sacrificio prestano la loro opera per garantire la pace in territori lontani, va invece la nostra gratitudine e il nostro rispetto. Siamo orgogliosi di voi.” Irene Galletti, Consigliera regionale MoVimento 5 Stelle

Elisa Montemagni, Lega Regione Toscana

“A nome mio e del Gruppo consiliare della Lega-afferma Elisa Montemagni, Capogruppo in Consiglio regionale-voglio esprimere la massima solidarietà ai militari feriti in un proditorio attacco avvenuto in Iraq.” “A poche ore, ormai-prosegue il Consigliere-dall’anniversario di quel tragico 12 novembre del 2003, quando il contingente italiano di stanza a Nassiriya venne codardamente attaccato, provocando la morte di venticinque connazionali, ancora una volta nostri rappresentanti sono vittime del terrorismo islamico. “ “Siamo particolarmente vicini, dunque, ai familiari dei feriti, due dei quali fanno parte del reggimento “Col Moschin” che a sede a Livorno-sottolinea l’esponente leghista-auspicando che possano al più presto rientrare nel nostro Paese per ricevere il giusto tributo da tutti noi.” “Siamo fieri di questi soldati-conclude Elisa Montemagni-che supportando i Peshmerga cercano di riportare un minimo di legalità nel martoriato territorio iracheno.”

 

CONDIVIDI SUBITO!