Cronaca 26 Settembre 2018

Nasce AMAL per malati di Alzheimer

Obiettivo: aiutare le persone affette da disturbi cognitivi e le loro famiglie in stretta collaborazione con le istituzioni

Una nuova associazione di volontariato entra nella rete livornese

Livorno, 26 settembre 2018 –  Il 21 settembre in occasione della Giornata Mondiale dei malati di Alzheimer si è costituita a Livorno la nuova Associazione Malati di Alzheimer  A.M.A.L. con lo scopo prevalente di aiutare le persone affette da disturbi cognitivi e le loro famiglie. 

Si tratta di una nuova associazione di volontariato che intende collaborare in un corretto rapporto di sussidiarietà con le istituzioni, al fine di alleviare il disagio e il dramma che tante famiglie vivono quotidianamente.

La nuova associazione di recente costituzione è stata presentata a palazzo comunale nel corso di una conferenza stampa, presieduta dall’assessore al sociale Leonardo Apolloni, in cui sono state illustrate le finalità e la forte volontà di fare rete con tutto il mondo associativo.

Il progressivo invecchiamento della popolazione che si è registrato negli ultimi decenni nei Paesi sviluppati ha portato ad un esponenziale aumento dei casi di demenza. Nel contempo la ricerca sta registrando pericolosi arresti.

Uno studio ILSA, progetto epidemiologico longitudinale dell’Istituto di Neuroscienze dell’Università di Firenze, ha fornito i seguenti dati di prevalenza sulla popolazione di età superiore ai 65 anni. In Italia : 5,3% per gli uomini,  7,2 % per le donne. In Toscana:  7,3% per gli uomini e 10,7% per le donne.

Per quanto riguarda il territorio livornese l’associazione A.M.A.L si impegnerà con le Istituzioni a raccogliere dati sempre più completi e precisi circa il fenomeno,  andando pertanto a costituire un utile  osservatorio e strumento di rilevazione dei bisogni .

“ E’ veramente preoccupante che anche nella nostra città ci siano persone e intere famiglie che non solo sono distrutte dal dolore  ma che si trovano a gestire situazioni di forte difficoltà di rapporti sociali ed umani” dichiara Fiorella Cateni presidente di AMAL “ Le istituzioni fanno molto, i servizi sono buoni ma noi crediamo che il supporto e una sinergia con la nostra associazione di volontariato ed altre, possa portare un contributo importante per alleggerire questa situazione e migliorare la qualità della vita delle famiglie e della nostra comunità”.

“Il costituirsi di una nuova associazione è sempre un fatto positivo per la comunità, se poi come in questo caso si tratta di una associazione no profit che va a potenziare la rete dei servizi per chi è affetto da Alzheimer lo è ancora di più” – sostiene l’assessore al sociale Leonardo Apolloni “ Ringrazio fondatori e soci di questa nascente associazione per il nobile contributo che porteranno ai malati e alle famiglie fornendo loro un valido aiuto nell’ascolto, nella condivisione e nell’informazione su cosa fare per affrontare il faticoso impegno quotidiano”.

“La Zona Distretto, nella persona del suo Direttore (dott. Carlo Giustarini) e dei suoi collaboratori ha appreso la nascita dell’associazione AMAL ed auspica l’avvio di una significativa sinergia tra la stessa ed i servizi sociali e sanitari del territorio , con l’obiettivo a breve termine di allargare la rete di supporto rivolta ai malati e alle loro famiglie”.

L’Alzheimer è una malattia che provoca un progressivo decadimento neurologico e psicofisico che comporta gravi difficoltà fino alla totale incapacità di condurre una vita in autonomia.

Le famiglie principalmente si assumono il pesante carico assistenziale del malato, tentano di conciliare il lavoro di cura e la vita lavorativa, chiedono di essere accompagnate nel faticoso impegno.

Consolidare sul nostro territorio una rete di solidarietà e di aiuto con il contributo di associazioni, del privato sociale, del volontariato può rappresentare una risposta concreta e innovativa alle numerose esigenze.

L’associazione potrà essere portatrice dei bisogni dei malati e delle famiglie, svolgendo un’importante azione di sensibilizzazione della comunità, contribuendo all’adeguamento dei servizi, facendo uscire dall’isolamento le famiglie stesse.

La nuova associazione A.M.A.L.non ha ancora una sede. Per qualsiasi info telefonare a : 339 7381328

CONDIVIDI SUBITO!