Aree pubbliche 5 Settembre 2018

Nuove regole per i lavori stradali

Approvato Nuovo Disciplinare Tecnico per interventi di alterazione suolo e sottosuolo pubblico

La Giunta ha approvato il Nuovo Disciplinare Tecnico che andrà ad integrare il Regolamento per il rilascio concessione per alterazioni di suolo e sottosuolo pubblico, ovvero per gli scavi fatti a vario titolo nelle vie cittadine.

L’atto vuole definire un metodo maggiormente conservativo del patrimonio stradale pubblico, introducendo anche due importanti novità per i soggetti autorizzati ad operare interventi straordinari che obbligano lo scasso del manto stradale: dovranno garantire il ripristino di un quadrante superiore alla sola area di scasso e la posa di una membrana asfaltica in corrispondenza degli scavi.

“Abbiamo voluto cambiare approccio sulle manomissioni del suolo pubblico stradale, per ottenere un maggior qualità delle asfaltature di ripristino e l’aumento della tenuta del manto stradale post intervento” così Alessandro Aurigi, assessore ai lavori pubblici del Comune di Livorno.

“Molte delle nostre strade – precisa Aurigi – si presentano “bombardate” dai vari interventi delle imprese che, finito il lavoro, ripristinano il manto stradale in modo puntuale e localizzato nell’ambito di intervento. Questo ci restituisce delle strade con numerose discontinuità e produce nel tempo avvallamenti e spaccature, riducendo la tenuta del manto e velocizzando il suo deterioramento”.

Con il nuovo disciplinare approvato le imprese che, ad esempio, dovranno bucare una carreggiata per sostituire una tubatura, avranno l’obbligo di ripristinare un quadrante di manto che ricopre almeno la larghezza della corsia interessata.

In aggiunta a questo saranno tenute a posare nell’area di intervento una membrana di ripartizione dei carichi, così da ridurre il punto di discontinuità col resto del manto stradale e assicurare una maggiore durabilità dell’intervento” conclude l’assessore.

CONDIVIDI SUBITO!