Basket 26 Maggio 2018

Pielle, tutto è pronto per il match di domani al PalaMacchia

Il giudice sportivo ha squalificato Fiorello Toppo per due giornate. Tensione tra le due società in attesa della palla a due

A poche ore dalla scorsa gara -2 tra Virtus e Pielle Livorno sul campo di Siena, è arrivata la prevedibile squalifica per Fiorello Toppo, che sconterà due turni da spettatore per il colpo inferto a Stefano Simeoli.

Un’assenza pesante per il roster di Da Prato per il prossimo match casalingo di domenica prossima, ma che dovrebbe essere compensata dal formidabile effetto campo di un PalaMacchia pieno come non si vedeva da circa un anno per il derby promozione con la Libertas. La Pielle ricorda al riguardo che la prevendita per i biglietti a 5 euro sarà attiva anche oggi.

Nella giornata di ieri nelle pagine social dedicate alla C Gold e in quelle delle due società si sono alternate dichiarazioni e prese di posizione.

Questa la dichiarazione del presidente Virtus  Fabio Bruttini:

Le partite dei playoff dovrebbero essere uno spettacolo di sport che ci saremmo potuti godere anche ieri sera. Purtroppo tutto è stato falsato da un episodio increscioso di cui è stato artefice Fiorello Toppo e questo deve far riflettere. Tutti hanno visto tranne i due arbitri. Questo ha penalizzato fortemente la Virtus, già priva di Pucci, perchè Simeoli ha potuto giocare solo 5’ e 46’’ prima del fallaccio di Toppo.

Il nostro giocatore è andato in ospedale, mentre Toppo ha potuto giocare fino alla fine. Questo ha spostato gli equilibri in campo e anche l’equilibrio mentale dei giocatori. A noi lo scorso anno successe un fatto analogo. In piena lotta per la salvezza nella gara di Cecina, Mirone fece un fallaccio su un giocatore avversario senza essere visto dall’arbitro. La società Virtus ebbe la sportività di mettere fuori rosa il giocatore per una partita perdendo la gara seguente, forse anche a causa della sua mancanza.

Lo sport è questo non quello che abbiamo visto ieri sera. Quella di ieri è stata veramente una cosa vergognosa per me che da 51 anni vivo questo sport. Abbiamo assistito ad una delle pagina più brutte degli ultimi anni di basket e sono veramente indignato perché nessuno della società avversaria ha chiesto notizie su un ragazzo che è finito all’ospedale (ciò la dice lunga sulla sportività dei dirigenti labronici) ed è vergognoso che una società tenga ancora in campo un giocatore che ha compiuto un gesto simile davanti a tanti bambini che muovono i loro primi passi in questo sport e prendono esempio dai più grandi.

Una finale è giusto che venga decisa in campo dai valori delle squadre e non dalle mancate o errate decisioni di arbitri designati chissà come ad arbitrare gare di questo livello. Tutto ciò mi rammarica molto, è chiaro che ci sono altre partite da giocare, ma il gesto di ieri sera potrebbe aver dato una svolta definitiva alla serie e deve far riflettere molto la Federazione e anche il Cia perché non si può permettere che a decidere un campionato sia un fatto del genere, altrimenti vengono vanificati tutti gli sforzi dei ragazzi che si allenano con passione tutta la settimana e vanno in campo dando il cuore e l’anima. Avrei detto le stesse cose anche se il gesto lo avesse compiuto un nostro giocatore e chi mi conosce questo lo sa“.

Questa invece la dichiarazione del presidente dell’Asd Pielle, Umberto Burgalassi:

La ASD Pielle Livorno a seguito di quanto confermato ed esternato per le vie brevi nel comunicato precedente (nel quale auspicava la pronta guarigione di Simeoli e la sua presenza in campo, ndr) tiene a sottolineare come l’episodio avvenuto giovedì scorso durante Gara 2 della finale dei Play Off di Serie C Gold, tra i giocatori Stefano Simeoli e Fiorello Toppo sia un fatto increscioso per tutto lo sport in generale, anche se non è una giustificazione dire che succede spesso ed anche in altri sport più “blasonati”; in funzione di ciò è compito del Giudice Sportivo della FIP valutare tutti gli elementi necessari – referti di fine gara e ricorsi e quant’altro sia necessario – per giungere ad una sentenza definitiva, da redigere in tutta calma e senza nessuna pressione di fatto.
Per altri versi, spiace aver visto e sentito durante la manifestazione sportiva tra Virtus Siena e Pielle Livorno offese e ingiurie di chiaro stampo razziale e sessista, pensavamo fosse patrimonio di altre realtà, invece facevano parte di una partita che doveva vedere il solo sport al centro dell’attenzione.
Il campo indubbiamente era caldo perché tutti, giocatori, società e tifoserie sentivano la pressione di una partita così importante, ma riscontrare provocazioni o strategie mirate a far saltare gli equilibri sportivi, sia in campo che su gli spalti, culminati appunto con lo scontro tra i due giocatori, ci hanno estremamente amareggiato, sono atti che non appartengono e non sono mai appartenuti alla nostra società, giocatori e tifoseria.
.
Condanniamo fermamente tali comportamenti sperando di vedere, domenica sul parquet livornese, il vero sport della palla a spicchi, senza strategie di sorta se non quelle sportive che tutto il campionato ha visto con le squadre toscane.
A tale scopo ci auguriamo di vedere in campo Stefano Simeoli, una delle colonne portanti del Virtus Siena, ciò significherebbe che, quanto di così eclatante era apparso sul campo senese in verità si è risolto con poco, sperando che sia il parquet a sentenziare la miglior squadra del campionato“.

Registrate le varie dichiarazioni, ed espressosi il giudice sportivo, l’attenzione va adesso alla partita. Appuntamento domani alle ore 19 al PalaMacchia.

 

Per coloro che non si fossero visti la partita in diretta Facebook dalla pagina della Pielle, questo è un breve resoconto stilato dalla società:

La GRS GROUP PIELLE LIVORNO espugna meritatamente il Pala Corsoni!
.
Virtus Siena (80) – GRS GROUP Pielle Livorno (84)
.
Parziali 14-26;26-20;23-20;17-16
Arbitri: Frosolini e Magazzini
.
Tabellini:
.
Virtus: Ceccatelli 3, Mucci n.e; Bianchi 4, Simeoli 4, Olleia 11, Leonardon 27, Imbró 16, Ndour 5, Nepi 10, Pucci, Guilavogui n.e, Falchi n.e. All. Tozzi
.
PIELLE LIVORNO: Massoli , Bertolini n.e, Burgalassi 8, Malvone 13, Toppo 14, Cianetti n.e., Capobianchi 3, Dell’Agnello 5, Roljic 19, Venditti, Benini 8, Buzzo 14. All.Da Prato Ass.Fini

La Virtus Siena non perdeva in casa dal 3 marzo, unica sconfitta casalinga subita nell’arco della fase regolare contro la Geonova Lucca nella 21° giornata, la Pielle c’era andata molto vicina in gara1 domenica scorsa, praticamente regalandola dopo aver condotto nettamente per i primi due tempi.

Per vincere gara due i ragazzi di Andrea Da Prato e del vice Fini dovevano disputare una partita di alto spessore, per 40 minuti, ci sono riusciti con una prestazione imponente, di squadra.
.
La GRS GROUP c’è riuscita grazie anche al supporto dei propri sostenitori, sportivi, circa sessanta in tutto che non hanno voluto far mancare il proprio calore ai ragazzi, costantemente.
Gli altri? A soffrire da casa seguendo la diretta streaming sulla pagina Pielle.
“Vecchi” sportivi biancazzurri che si ritrovano sulla scia dei tempi d’oro, figli e figlie nel ricordo dei loro genitori e dell’adolescenza vissuta, ex giocatori, simpatizzanti, nuove leve, tutti uniti e mossi da un unica passione, la Pallacanestro Livorno.
.
Facciamo fatica a trovare nuovi aggettivi per descrivere i REBELS, un gruppo in forte crescita che sta richiamando appunto giovani e vecchi sostenitori, un tifo maturo mosso da sentimenti sani. Ancora bravi ragazzi, continuate così!
Ci piace sottolineare come anche a Siena abbiano prodotto un tifo caloroso ma lo ribadiamo maturo, normali sfottò tra le due tifoserie senza eccessi, come da sana rivalità sportiva, concentrato a sostenere la squadra, i propri ragazzi.
.
DISPIACE invece aver sentito ISOLATI tifosi senesi che certamente non rappresentano la sportiva tifoseria Virtussina OFFENDERE la città di LIVORNO con insulti richiamanti la dolorosa ALLUVIONE che recentemente ha colpito la Città. Altri a carattere RAZZIALE ugualmente gravi.
Parole che non vorremmo mai sentire in qualsiasi ambito e da sempre condanniamo fermamente.
.
Tornando alla GARA non possiamo che fare i complimenti ai ragazzi ed allo staff tecnico.
Bravissimo coach Da Prato nel preparare la partita, ne gestirla.
L’aver lavorato su certi errori commessi in gara1 ha evidentemente migliorato la continuità di rendimento necessaria per vincere al Pala Corsoni, offensiva e difensiva, aver risolto alcuni aspetti tattici fondamentali, mentali.
Una vittoria che ha trovato costanti risorse in tutti i ragazzi, bravi a limitare gli errori visti in attacco in gara1, bravi a restare uniti per tutti e 40 i minuti, a mantenere alta la concentrazione ed a cercare di fare le giuste scelte anche quando si attraversavano momenti di difficoltà.
.
La GRS GROUP ha giocato un PRIMO periodo ottimo sia in difesa che in attacco, parte bene con Burgalassi, Toppo e Malvone e chiude con 26 punti realizzati grazie ad una tripla di Roljic.
Cala nel SECONDO a difesa del proprio canestro anche per merito del potenziale offensivo Virtussino, come avevamo ipotizzato dopo gara 1; lo bocche da fuoco a disposizione di coach Tozzi non mancano, vedi Leonardon, 27 punti alla fine, Imbrò, Nepi ed Olleia, incassa 26 punti nel secondo quarto.
Nel secondo periodo ci pensa Buzzo con 10 punti in 5 minuti a dare continuità all’attacco piellino.
Dal secondo periodo le squadre continuano ad affrontarsi più a viso aperto, i biancazzurri se lo possono permettere essendo più ispirati al tiro rispetto a gara 1, più ordinati in fase di manovra sfrutteranno a tratti molto bene anche il contropiede.
SI va al riposo sul 48 a 40 GRS GROUP.
Dell’Agnello meno ispirato in attacco, assieme a Capobianchi, Venditti ed a tutti gli altri danno importanti contributi, a capitalizzare in fase offensiva nel TERZO quarto ci pensano Malvone, Roljic, Toppo e Buzzo.
Nell’ULTIMO periodo la GRS GROUP subisce l’inerzia di Leonardon, Imbrò ed Olleia, Burgalassi e Roljic cercano di tenere a distanza i padroni di casa, non ci riescono, sorpasso senese a 4’43” dalla fine con canestro da tre di Bianchi, 74 a 73, ma Roljic c’è, bomba per il nuovo 76 a 74 Pielle.
.
Benini sale in cattedra 2/2 ai liberi e due importanti canestri da due punti, Toppo continua a prendere rimbalzi e supportare la manovra di gioco, il vantaggio GRS GROUP si mantiene per qualche minuto a tre punti.
Un Roljic glaciale ai liberi risponde al fallo sistematico senese chiudendo la gara sul +4.
.
Una vittoria di squadra, un vittoria di tutti, una citazione permettetecela va ad Andrea Malvone, difesa, attacco, canestri importanti, a nostro vedere il migliore in campo.
Forza ragazzi, avanti così!
.
Appuntamento a
DOMENICA 27 al Palasport Macchia alle ORE 19:00
per sostenere i ragazzi nella prossima difficilissima sfida
(gara 4 si giocherà giovedì 31 alle 21.15 sempre al Pala Macchia).
.
VI ASPETTIAMO NUMEROSI! Tutti al fianco dei nostri ragazzi!
.
Forza Pielle, fino alla fine!”

CONDIVIDI SUBITO!