Comune di Livorno 10 Agosto 2017

Poco cibo e caccia forsennata, ecco le cause della diffusione dei cinghiali anche sulle spiagge

Viviano Voliani (Associazioni animalisti italiani) spiega il fenomeno della proliferazione fino alle zone più urbanizzate

“I cinghiali sono affamati e la siccità li spinge a cercare il mangiare anche in zone abitate dagli uomini” ci spiega Viviano Voliani, reponsabile locale dell’Associazione Animalisti Italiani. “Dare loro da mangiare è sbagliatissimo, perché anche se fanno tenerezza, con questo gesto in qualche modo li addomestichiamo e li invitiamo a tornare di nuovo“.

Ma questo non è l’unico comportamento sbagliato: “Se oggi ci troviamo con un numero di cinghiali così alto le cause sono due. La prima è l’abitudine di alcuni cacciatori di dar loro da mangiare per farseli amici prima della stagione venatoria. Questo comportamento è proibito e multato con 600 euro, ma non ha ulteriori conseguenze come il ritiro del porto d’armi. Il risultato è che in certe zone d’Italia i cacciatori si dividono la multa tra di loro e continuano a fare come prima”.

C’è poi la caccia forsennata agli animali. “Può sembrare strano, ma è proprio la caccia ad alimentare le nascite. I branchi di cinghiali sono costituti solo da femmine, mentre il maschio è solitario. Il branco è composto da una femmina dominante (alfa), e solo questa rimane pregna, mentre le altre non vanno neppure in estro. In condizioni normali, quindi, in un branco c’è sempre una sola cucciolata, quella della femmina alfa”. “Con la caccia forsennata invece il gruppo si sfalda, le altre femmine vanno in estro e quindi da 15 cinghiali si passa tranquillamente a 100“. “Questo fenomeno è ampiamente documentato, ma è difficile far capire le cose a chi ha tutto il vantaggio a non capire“.

Circa l’ordinanza del Comune su Calignaia, Voliani commenta: “è un buon provvedimento, il più sensato che si poteva prendere. Guarda alla sicurezza dei cittadini, ma cerca anche di tutelare gli animali”.

“Del resto – commenta – se una madre si sente minacciata difende i suoi piccoli”.

Gli chiediamo infine se i cani possono andare liberi sulle spiagge: “Il regolamento comunale prevede che possano accedere a tutte le spiagge, ma col guinzaglio, ad eccezione del Felciaio e della spiaggia di Antignano”.

 

Foto in copertina: l’ultima apparizione dei cinghiali a Calignaia, due giorni fa (foto Facebook CalignaiaMarematto)

CONDIVIDI SUBITO!

Lascia il tuo commento