Aree pubbliche 17 Ottobre 2018

Potenti (Lega) risponde a Pecori sull’inquinamento a Rosignano

"Critiche che vengono da soggetti corresponsabili"

“Nei giorni scorsi la Lega è stata attaccata sulla stampa locale riguardo la situazione ambientale di Rosignano e per aver recato visita alla Solvay Italia di Rosignano, visite che proseguiranno con altre aziende.

Le accuse provengono da quel mondo sensibile allo stato dell’ambiente e della salute e che vede nell’ industria la sola prima causa dell’inquinamento sul territorio di Rosignano.

Per la legge e per la Lega chi inquina paga perché esistono le tecnologie per ridurre qualunque tipo di emissione inquinante.

Dispiace che molte critiche provengano da soggetti corresponsabili di aver garantito appoggio a passate amministrazioni di sinistra.

Preme evidenziare come grazie a queste amministrazioni, la mia comunità abbia ereditato la bomba ecologica della ex discarica del Lillatro, sarcofago di agenti inquinanti di ogni tipo e subisca gli effetti nefasti di progetti sui conferimenti dei rifiuti a Scapigliato, che diversi operatori disonesti hanno più volte fatto oggetto, con tante compiacenze, dei loro sporchi interessi.

La Lega ha espresso il desiderio a vedere restituite alla fruibilità zone attualmente a vincolo industriale del territorio, cosa che il Comune ha sempre troppo timidamente evitato di pretendere.

Questo è stato interpretato come un apprezzamento verso un progetto, quello del rigassificatore, che anche la Lega, all’ epoca, ha criticato, e che la storia economica del paese ha ora chiuso in un cassetto.

Tuttavia, non abbiamo negato soddisfazione per investimenti interni al Parco industriale, come recentemente realizzati.

Mentre sulla stampa si esternano posizioni di filosofia industriale, sono vaghe le risposte di Arpat alla causa degli sversamenti schiumosi di reflui formatisi in mare e che due giorni fa hanno invaso la spiaggia del Lillatro.

Fenomeni mai spiegati che, in piena estate ritroviamo anche davanti alle spiagge affollate e dipendenti dal decrepito sistema fognario.

Ci assumiamo l’ impegno di far eseguire a nostre spese anche da laboratori privati delle analisi su questi materiali. Contro chiunque sarà ritenuto fonte del problema, che sia pubblico o privato, si dovrà agire di conseguenza”.

On. Manfredi Potenti, Membro II Commissione Giustizia
LEGA

CONDIVIDI SUBITO!